Skip links

Allegato al comunicato stampa #EULife22 — Sintesi del progetto

 

A questo link è possibile consultare tutti i progetti, suddivisi per Stato membro.

Di seguito è possibile consultare il dettaglio dei progetti riguardanti l’Italia.

Natura e biodiversità

  • Conservazione della lucertola del muro eoliano attraverso la traslocazione, la reintroduzione e il ripristino degli habitat (LIFE EOLIZARD)

Il progetto mira ad affrontare l’estinzione della lucertola del muro eoliano attraverso azioni di conservazione rivolte alle popolazioni esistenti. La traslocazione in una nuova zona di lucertola del muro eoliano allevate in cattività, che funge da santuario per la specie, determinerebbe un’estensione della zona di occupazione, un aumento del numero di popolazioni e un aumento del numero complessivo di individui, riducendo così il rischio di estinzione.

Sintesi del progetto

  • Soluzione a scogliera naturale per la protezione delle coste e il rafforzamento della biodiversità marina (LIFE NatuReef)

Il consorzio italiano alla base del progetto mira ad applicare le migliori pratiche disponibili per il ripristino delle barriere nativa di ostriche e sabellaridi. Tale obiettivo sarà raggiunto seminando le specie autoctone in un tratto costiero raro non urbanizzato delle coste dell’Adriatico settentrionale. Le barriere ripristinate miglioreranno la biodiversità marina fornendo habitat e terreno di alimentazione per specie e habitat minacciati prioritari e non prioritari.

Sintesi del progetto

  • Invertire gli obiettivi di eradicazione degli effetti duraturi (LIFE Tetide)

Il progetto è incentrato sulla conservazione delle isole del Mediterraneo (in Italia, Malta e Croazia), con un’ampia gamma geografica e un elevato potenziale catalitico. Le misure adottate comprenderanno l’individuazione e la risposta rapida in caso di potenziali incursioni di specie esotiche invasive (IAS) e il coinvolgimento delle comunità insulari e dei precedenti progetti LIFE per intensificare gli sforzi di conservazione.

Sintesi del progetto

 Governance e informazione in materia di natura

  • Squali europei (LIFE EU SHARKS)

Catture accidentali, inquinamento e distruzione degli habitat mettono in pericolo gli squali e le razze europee. Il gruppo che attua questo progetto mira a coinvolgere i cittadini europei e le parti interessate del settore marino in uno sforzo comune per salvaguardare questo gruppo di specie marine in pericolo in Europa. L’obiettivo a lungo termine del consorzio è garantire la conservazione e l’uso sostenibile degli elasmobranchi mediterranei, promuovendo il cambiamento di comportamento come fattore chiave per invertire il declino in tutto il bacino.

Sintesi del progetto

Ambiente ed efficienza delle risorse

  • Sistemi idrici a circuito chiuso nei distretti industriali tessili: rimozione multimodale orchestrata degli inquinanti emergenti dalle acque reflue tessili (LIFE-CASCADE)

Il consorzio LIFE-CASCADE mira a sviluppare procedure analitiche e tecnologie di trattamento delle acque reflue per la rimozione e il rilevamento di microinquinanti dalla catena di approvvigionamento tessile, in particolare i composti poli- e perfluorati PFA e microplastiche. Il gruppo incaricato del progetto svilupperà una valutazione su scala di lavoro e test su scala dimostrativa dei protocolli analitici. Cooperando con il distretto tessile portoghese, l’organizzazione installerà e testerà le soluzioni dimostrative nel distretto tessile di Como.

Sintesi del progetto

  • Dimostrazione di una tecnologia innovativa, rispettosa dell’ambiente ed economicamente fattibile per il riciclaggio e la valorizzazione dei rifiuti di pietra ornamentale (LIFE ZSW)

Ogni anno vengono estratte tonnellate di pietre ornamentali. Sebbene i metodi siano migliorati negli ultimi decenni, la circolarità del settore è ancora in fase di sviluppo e il 50 % del materiale estratto diventa rifiuto. Il gruppo di progetto LIFE ZSW mira a sviluppare una soluzione per riciclare e valorizzare i rifiuti di pietra ornamentale per produrre materie prime e testerà la sua soluzione in tre siti in Italia e Spagna.

Sintesi del progetto

  • Sviluppo e dimostrazione dell’innovazione e delle pratiche di ottimizzazione a basso impatto ambientale nella produzione farmaceutica (LIFE-GREENAPI)

Il gruppo di progetto LIFE-GREENAPI propone un cambiamento tecnologico nella produzione di ingredienti farmaceutici attivi (API). Angelini Pharma, in collaborazione con l’Università di Leida, intende migliorare la produzione di API tenendo conto delle questioni ambientali. L’approccio innovativo presentato dal consorzio garantisce anche risparmi economici e mostra al mercato dell’UE un modo concreto per aiutare le industrie farmaceutiche a diventare più sostenibili.

Sintesi del progetto

  • Sfruttare il POWER della NATURA per ridurre l’impatto delle sostanze pericolose sull’ambiente (NATURAL POWER LIFE)

Il consorzio che attua il progetto NATURAL POWER LIFE mira a sostituire gli erbicidi e i biocidi pericolosi con prodotti a base di acido pelargonico per ridurre l’impatto degli erbicidi sintetici e dei biocidi sull’ambiente. Oltre all’Italia, almeno altri tre paesi, Spagna, Germania e Grecia, attueranno la nuova soluzione. Il gruppo incaricato del progetto dimostrerà le prestazioni del biocida a base di acido pelargonico per avviare attività di pre-commercializzazione e avviarne la produzione su larga scala.

Sintesi del progetto

  • Soluzioni di ecologizzazione: un nuovo LIFE per i sedimenti e i fogli (GREENLIFE4SEAS)

Il gruppo di progetto GREENLIFE4SEAS ha individuato nei sedimenti e nei gusci portuali dragati due problemi ambientali urgenti e mira a dimostrare la sicurezza e la redditività commerciale del riutilizzo di entrambi i tipi di rifiuti nella realizzazione di sottoprodotti sostenibili. Il consorzio italiano e greco all’origine del progetto tratterà 405 tonnellate di sedimenti e 120 tonnellate di polvere di gusci che consentiranno di creare blocchi di pavimentazione, frangiflutti e unità di stabilizzazione di massa.

Sintesi del progetto

  • Produzione industriale di ossidi e carbonati di elementi terrestri misti provenienti dal riciclaggio dei magneti esauriti (INSPIREE)

Il consorzio italiano realizzerà il primo impianto su scala industriale in Europa per riciclare gli elementi terrestri Rare (REE) da magneti di boro a ferro di Neodymium, HDD (HDD) e motori elettrici a fine vita. Sarà attuato un processo idrometallurgico che mostrerà notevoli miglioramenti ambientali in termini di riutilizzo delle sostanze chimiche e dell’acqua. Inoltre, gli ossidi di REE e i carbonati saranno sfruttati commercialmente prima della fine del progetto.

Sintesi del progetto

  • Materiali, appiattimento e trattamento 2D-3D, per ottimizzare la topologia e creare soluzioni strutturali composite pionieristiche a zero rifiuti (ZeroWasteLIFE)

Sono stati compiuti notevoli sforzi di ricerca sul riciclaggio dei materiali compositi. Il team del progetto ZeroWasteLIFE sta sviluppando un nuovo approccio per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità e di riduzione dei rifiuti, nonché un piano di progettazione modulare per sostituire e riutilizzare le parti. I risultati del progetto sono valutati sulla base di fattori ambientali, sociali e industriali economici. Gli impatti previsti a lungo termine sono 18 GWh di energia, il consumo annuo di energia di circa 5,625 famiglie dell’UE e 30 tonnellate di riduzione delle emissioni di CO2, vale a dire le missioni annuali di 6,500 veicoli.

Sintesi del progetto

  • Formulazioni agrochimiche naturali per ridurre l’impatto ambientale del controllo degli organismi nocivi nei vigneti (NATURA AGRO)

Nell’UE i coltivatori sono ancora fortemente dipendenti da protocolli chimici intensivi di lotta contro i parassiti. Il gruppo del progetto NATURA AGRO mira a ridurre l’impatto ambientale del controllo dei parassiti nei vigneti introducendo prodotti fitosanitari naturali e minerali. Questi prodotti contribuiranno al controllo delle malattie e all’attuazione di approcci circolari, in modo che la biomassa del vigneto sia preservata in modo naturale e sostenibile. Il consorzio spera di aumentare l’accettazione e la comprensione in tutta l’UE.

Sintesi del progetto

  • Riciclare i rifiuti di lana minerale in prodotti di valore elevato (LIFE ReWo)

Il consorzio italiano che sviluppa e dirige il progetto LIFE ReWo cerca di trovare percorsi di gestione alternativi e più sostenibili per i rifiuti di lana minerale. Questo tipo di rifiuti è attualmente classificato come pericoloso e può quindi essere gestito solo da discariche autorizzate per lo stoccaggio finale. Il gruppo responsabile del progetto introduce un processo di riciclaggio innovativo, sostenibile e locale per gestire la lana minerale pericolosa e ridurre la dipendenza dalle discariche straniere.

Sintesi del progetto

  • Innovazioni sostenibili per le tecnologie del rumore ambientale per tutta la vita (LIFE SILENT)

Il gruppo responsabile del progetto sviluppa soluzioni sostenibili e rispettose dell’ambiente per mitigare il rumore in ambienti urbani complessi, dove in zone densamente popolate coesistono diverse fonti di rumore. Il consorzio di otto organizzazioni italiane realizza marciapiedi a bassa rumorosità e barriere acustiche di bassa altezza e fornisce ai proprietari e ai gestori dei trasporti informazioni a sostegno della standardizzazione di tali soluzioni.

Sintesi del progetto

Governance ambientale e informazione

  • Nuovo approccio per la gestione delle pratiche di governance ambientale olistica (LIFE HELP)

Nell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, le città sono considerate fondamentali nell’attuazione delle pratiche verdi. Pertanto, il gruppo di progetto LIFE HELP sta sviluppando un approccio che è in fase di sperimentazione nella città di Rimini. È facilmente replicabile a livello europeo, integrato con iniziative integrate e a lungo termine per la sostenibilità. Il consorzio affronterà inoltre tutti gli oneri amministrativi che finora hanno ostacolato l’attuazione dell’Agenda 2030 a livello comunale.

Sintesi del progetto

Adattamento ai cambiamenti climatici

  • Viticoltura per la Sequestrazione del carbonio organico nel suolo (LIFE VitiCaSe)

Riconoscendo il potenziale del suolo come cuscinetto di carbonio, un gruppo di innovatori sta sviluppando un modello imprenditoriale per incoraggiare lo stoccaggio del carbonio nei vigneti dell’UE. Questo modello comprende un sistema automatizzato di calcolo del carbonio stoccato, volto a stimolare i viticoltori ad adottare tali pratiche. L’iniziativa dovrebbe immagazzinare una quantità di carbonio equivalente a circa 730-1,600 autovetture fuori strada per un anno.

Sintesi del progetto

Mitigazione dei cambiamenti climatici

  • Stoccaggio integrato di energia termica per edifici a emissioni zero (LIFE ITS4ZEB)

Innova SRL e gli altri partner italiani e tedeschi coinvolti svilupperanno e dimostreranno una nuova generazione di tecnologie di stoccaggio dell’energia termica (TES). L’approccio adottato è flessibile, in modo che le soluzioni siano applicabili a un’ampia gamma di edifici, nuovi o ristrutturati, scarsamente isolati o ben isolati e adattati alle loro dimensioni. I partner installeranno 50 dimostratori indipendenti in 10 paesi europei per testare e convalidare il prodotto in tutti i contesti possibili.

Sintesi del progetto

  • Olivo per la generazione verificata di riduzione delle emissioni (LIFE OLIVER)

Il progetto, gestito da un consorzio di partner mediterranei, svilupperà un sistema di incentivi finanziari per remunerare gli agricoltori per i risultati delle pratiche di gestione del territorio rispettose del clima. Il sistema si baserà su uno scambio, nel mercato volontario dei crediti di carbonio, dei crediti di emissione con riferimenti specifici al settore della produzione di olio d’oliva. L’approccio del sequestro del carbonio nei suoli agricoli adottato per l’olivicoltura sosterrà l’adozione dello stesso approccio in tutte le colture arboree europee.

Sintesi del progetto

  • Soluzioni di efficienza: un nuovo richiamo per gli impianti frigoriferi transcritici di CO2 e la riduzione dei gas a effetto serra (LIFE-TURBOALGOR CO2)

I refrigeranti sintetici utilizzati nella refrigerazione e nel condizionamento d’aria hanno un impatto ambientale significativo. Il consorzio di partner italiani alla base del progetto dimostrerà la fattibilità tecnica e la fattibilità commerciale di una soluzione per migliorare l’efficienza energetica dei sistemi di refrigerazione transcritici. Questa soluzione utilizzerà CO2 come fluido e aumenterà la potenza di raffreddamento con la stessa potenza di compressione.

Sintesi del progetto

Transizione verso l’energia pulita

  • Accelerare la transizione degli enti locali attraverso il sostegno e la formazione (AT LAST)

Lo sviluppo di capacità e l’azione per il clima sono fondamentali per gestire gli elevati costi delle risorse energetiche e le potenziali future carenze di energia. Le città di piccole e medie dimensioni non dispongono di competenze chiave in materia di integrazione intersettoriale, governance e innovazione finanziaria. Il team responsabile di questo progetto aiuta 25 amministrazioni locali ad affrontare tali situazioni. Offrono formazioni e gestiscono reti pilota per la pianificazione e l’attuazione di future azioni per il clima efficaci.

Sintesi del progetto

  • Ecosistemi a sostegno delle comunità energetiche a livello regionale e locale (ECOEMPOWER)

Gli enti regionali sono facilitatori fondamentali delle comunità energetiche. La creazione di una solida struttura di governance è essenziale per affrontare in modo sicuro le sfide in materia di sostenibilità. L’organizzazione alla base di questo progetto mira a fornire istruzione, sostegno finanziario e giuridico e sensibilizzare in merito alle iniziative delle comunità energetiche. Inoltre, la progettazione e la gestione di iniziative incentrate sulla comunità energetica saranno realizzate nelle 15 comunità coinvolte nel progetto.

Sintesi del progetto

  • Servizio di assistenza globale per gli investimenti a basso consumo di energia verso un settore pubblico privo di combustibili fossili (senza gas)

La regione Piemonte si è impegnata a favore di interventi globali nella transizione verso l’energia pulita. I servizi di facilitazione tecnica, finanziaria e giuridica sotto forma di sportello unico sono elementi fondamentali per promuoverlo. Il gruppo responsabile di questo progetto mira a creare strutture per stimolare gli investimenti e supervisionare le procedure per la ristrutturazione di circa 100 edifici pubblici.

Sintesi del progetto

  • Mappatura del calore rinnovabile e dei rifiuti di bassa qualità e pianificazione degli investimenti per un riscaldamento distrettuale efficiente (HeatMineDH)

Le innovazioni nel teleriscaldamento si traducono nell’incorporazione di fonti rinnovabili di bassa qualità (energia solare) e di calore di scarto (acqua riscaldata immessa nell’ambiente). Il gruppo che si occupa di questo progetto si concentra sulla creazione di strutture di facilitazione per l’integrazione delle energie rinnovabili di basso grado e delle fonti di calore di scarto. Si presterà particolare attenzione agli aspetti normativi, finanziari, tecnici ed educativi di questa transizione sostenibile.

Sintesi del progetto

  • Sistema resiliente per il riconoscimento delle competenze energetiche (RES2)

L’istruzione, la formazione e l’apprendimento continuo per i lavoratori e i professionisti del settore edilizio italiano sono di grande importanza. Le persone coinvolte nell’installazione di tecnologie sostenibili negli edifici sono il fulcro del gruppo che si occupa di questo progetto. Le loro esigenze di miglioramento del livello delle competenze e di nuove competenze alla luce di soluzioni innovative saranno affrontate attraverso formazioni e qualifiche avanzate.

Sintesi del progetto

  • Programmi di formazione e sensibilizzazione per una rivoluzione circolare e basata su livelli (TOP Clever)

I lavoratori e i professionisti del settore edile hanno urgente bisogno di nuove competenze per padroneggiare transizioni sostenibili. I partner di questo progetto mirano a sviluppare l’istruzione tecnica e professionale con particolare attenzione alla carriera futura dei giovani talenti e delle donne. Sarà creata una piattaforma globale che raccoglierà materiali di formazione e studi di casi nel settore edilizio. I risultati previsti di questo sforzo comprendono l’adozione di piani aziendali sostenibili.

Sintesi del progetto

  • Sviluppare un approccio su vasta scala per gli alloggi per il passaggio collettivo dei sistemi energetici ai moduli imballati per pompe di calore (LIFE Street HP Reno)

Il gruppo che si occupa di questo progetto mira a realizzare l’acquisto collettivo di sistemi a pompa di calore per intere strade. Collaboreranno con le autorità locali, le organizzazioni di edilizia abitativa, i residenti, gli installatori e i fornitori di soluzioni. Si concentrano sulla caratterizzazione delle tipologie abitative, sullo sviluppo di pacchetti e contratti di finanziamento e sulla sensibilizzazione delle parti interessate. L’obiettivo è ridurre i costi, aumentare l’efficienza energetica e decarbonizzare il calore negli alloggi esistenti.

Sintesi del progetto

  • Responsabilizzare gli enti locali e regionali per elaborare piani di transizione verso un’ecologia pulita attraverso azioni di sviluppo delle capacità e delle conoscenze (ENTRACK)

Il consorzio alla base di questo progetto mira ad aiutare i comuni rurali del Mediterraneo a elaborare congiuntamente piani energetici sociali con le parti interessate locali, utilizzando metodi partecipativi e lo sviluppo di capacità. Il progetto sperimenterà la sua metodologia in 8 comuni in Italia, Grecia, Portogallo e Spagna e fornirà un approccio scalabile per una pianificazione energetica socialmente equa, in linea con le politiche dell’UE e nazionali.

Sintesi del progetto

  • Sostegno innovativo per una transizione energetica locale guidata dai cittadini (LIFE-ISLET)

Il consorzio alla base di questo progetto accelera la decarbonizzazione nelle isole del Mediterraneo sostenendo le comunità di energia rinnovabile (CER). Coinvolge isole pilota in Grecia, Italia e Croazia, il rafforzamento delle capacità dei comuni, il miglioramento della cooperazione e la creazione di percorsi comuni per la creazione di CER. Si concentra inoltre sul miglioramento delle informazioni e sulla definizione di piani aziendali efficienti. Altre attività comprendono la responsabilizzazione degli attori locali, la valutazione delle iniziative guidate dai cittadini e la creazione di una rete europea di sostegno tra pari.

Sintesi del progetto

  • Promuovere la transizione energetica della catena del valore del settore lattiero-caseario (betted)

Il consorzio alla base di questo progetto sostiene le aziende lattiero-casearie nell’adozione dell’efficienza energetica, delle energie rinnovabili e delle pompe di calore nelle loro catene del valore. Mira a ridurre l’uso di combustibili fossili e ad accelerare la transizione energetica nel settore lattiero-caseario. Offre formazione, strumenti e raccomandazioni politiche per promuovere la cooperazione e il coordinamento tra i diversi attori del settore lattiero-caseario.

Sintesi del progetto

  • Collegare l’audit energetico e le politiche degli Stati membri finali al nuovo articolo 11 della direttiva Efficienza energetica (LEAPto11)

Il consorzio alla base di questo progetto mira a sostenere gli Stati membri nell’attuazione dell’articolo 11 della rifusione della direttiva sull’efficienza energetica. Il progetto si concentra sul miglioramento del quadro di qualità per gli audit energetici e i sistemi di gestione dell’energia nel settore delle imprese e sulla promozione di sinergie con altre misure e programmi di efficienza energetica. Il progetto effettuerà una valutazione iniziale per individuare le lacune e le migliori pratiche tra i 10 paesi partecipanti e formulare raccomandazioni strategiche di facile attuazione.

Sintesi del progetto

FONTE: COMUNICATO STAMPA DELLA COMMISSIONE EUROPEA

Leave a comment