Skip links

Domande e risposte sulla quarta richiesta di pagamento dell’Italia

 

Come è stata valutata dalla Commissione la quarta richiesta di pagamento dell’Italia?

Il 22 settembre 2023 l’Italia ha presentato alla Commissione una richiesta di erogazione di 16,5 miliardi di € sulla base del conseguimento dei 21 traguardi e sette obiettivi per la quarta rata, come indicato nella decisione di esecuzione del Consiglio che approva il piano.

Essi afferiscono a una serie di riforme trasformative in settori quali la giustizia civile e penale, il pubblico impiego, gli appalti pubblici, l’assistenza per le persone anziane e l’assistenza a lungo termine. Gli investimenti riguardano l’efficienza energetica degli edifici, le infrastrutture per l’idrogeno, l’assistenza all’infanzia, la transizione digitale e l’inclusione sociale.

Le autorità italiane hanno fornito prove dettagliate ed esaurienti che a dimostrazione del conseguimento soddisfacente di 21 traguardi e sette obiettivi.

La Commissione ha valutato attentamente queste informazioni prima di presentare la sua valutazione preliminare positiva della richiesta di pagamento.

Quali sono le prossime tappe?

La Commissione ha trasmesso per parere al comitato economico e finanziario (CEF) la valutazione preliminare positiva del conseguimento da parte dell’Italia dei traguardi e degli obiettivi relativi a questa richiesta di pagamento. La valutazione della Commissione dovrà tenere conto del parere del comitato, che deve esprimersi entro al massimo quattro settimane.

Conformemente alla procedura d’esame, la Commissione adotterà la decisione sull’erogazione del contributo finanziario tramite la procedura di comitato. L’erogazione all’Italia avverrà dopo l’adozione della decisione da parte della Commissione. Gli importi erogati agli Stati membri saranno pubblicati nel quadro di valutazione della ripresa e della resilienza. La Commissione ha inoltre condiviso con il Parlamento europeo la sua valutazione preliminare positiva.

In che modo i traguardi e gli obiettivi raggiunti dall’Italia nell’ambito della quarta richiesta di pagamento sostengono efficacemente la transizione verde?

La transizione verde è sostenuta dal conseguimento di un ampio numero di traguardi e obiettivi inclusi nella quarta richiesta di pagamento.

La richiesta contempla riforme volte a semplificare le procedure amministrative per gli investimenti verdi, ad esempio riforme concepite per ridurre gli ostacoli normativi alla diffusione dell’idrogeno.

Anche gli investimenti nella mobilità sostenibile sostengono la transizione verde dell’Italia: tra questi figurano l’installazione di infrastrutture di ricarica e il potenziamento del parco ferroviario del trasporto pubblico regionale con treni a emissioni zero. Sono inclusi anche investimenti nell’idrogeno verde, come la sperimentazione dell’idrogeno per il trasporto stradale e la mobilità ferroviaria e la produzione di idrogeno nei siti dismessi. La richiesta comprende infine investimenti nell’efficienza energetica.

In che modo i traguardi e gli obiettivi raggiunti dall’Italia nell’ambito della quarta richiesta di pagamento contribuiscono efficacemente alla transizione digitale?

I traguardi e gli obiettivi della quarta richiesta di pagamento comprendono misure che sono in grado di contribuire alla transizione digitale dell’Italia.

Un investimento riguarda la digitalizzazione della pubblica amministrazione, attraverso la migrazione delle serie di dati e delle applicazioni di gran parte della pubblica amministrazione locale verso un’infrastruttura cloud sicura.

Il quarto pagamento copre anche investimenti volti a promuovere la digitalizzazione della Guardia di Finanza, la forza di polizia italiana che si occupa di criminalità economica e finanziaria, mediante la riorganizzazione delle sue banche dati e l’introduzione della scienza dei dati nel processo operativo e decisionale del corpo, semplificandone così le procedure e accrescendone l’efficienza complessiva.

In che modo i traguardi e gli obiettivi conseguiti finora dall’Italia contribuiscono a migliorare la situazione economica e sociale dell’Italia e la sua resilienza?

La riforma degli appalti pubblici contribuirà a migliorare il contesto imprenditoriale in molti settori economici, una finalità alla quale contribuirà anche la riforma volta a ridurre i ritardi dei pagamenti alle imprese da parte della pubblica amministrazione.

Ulteriori misure adottate nell’attuazione delle riforme della pubblica amministrazione e della magistratura civile e penale contribuiranno a una pubblica amministrazione più semplice ed efficace e a un sistema giudiziario più efficiente. La riforma dell’amministrazione fiscale sarà in grado di incoraggiare il rispetto degli obblighi tributari e di migliorare l’efficacia del quadro di audit e controllo del sistema impositivo.

La quarta richiesta di pagamento comprende anche importanti misure relative al mercato del lavoro e alla politica sociale, tra cui figurano investimenti volti a incoraggiare la partecipazione delle donne al mercato del lavoro sostenendo il loro coinvolgimento nelle attività imprenditoriali. Vi è una riforma intesa a migliorare le condizioni di vita delle persone anziane non autosufficienti attraverso un accesso più agevole ai servizi sanitari e sociali e ci sono anche progetti che intendono promuovere il legame tra sport e inclusione sociale. Queste misure mirano a riqualificare le aree urbane, promuovendo l’integrazione sociale e l’inclusione, in particolare nelle zone più svantaggiate del paese, con particolare attenzione alla costruzione e alla riqualificazione di impianti sportivi e alla distribuzione delle attrezzature sportive.

Le misure connesse alla quarta domanda di pagamento avranno un impatto positivo anche nel settore dell’istruzione. Vi sono investimenti per combattere la povertà educativa nel Sud e per aumentare l’offerta di asili nido, scuole materne e servizi di educazione e cura della prima infanzia. Nella richiesta figura anche un investimento volto ad aumentare la disponibilità di alloggi economicamente accessibili per gli studenti universitari.

Il conseguimento di questi traguardi e obiettivi contribuisce all’attuazione efficace del piano?

A seguito delle prime tre richieste di pagamento, i traguardi conseguiti per questa quarta richiesta di pagamento rappresentano un altro passo significativo nell’attuazione del piano per la ripresa e la resilienza dell’Italia e del suo ambizioso programma di riforme e investimenti.

La richiesta abbraccia un’ampia gamma di politiche, con misure completate in molti e disparati settori quali l’istruzione, la giustizia, la pubblica amministrazione, gli appalti pubblici e il mercato del lavoro.

FONTE: COMUNICATO STAMPA DELLA COMMISSIONE EUROPEA

Leave a comment