Skip links

Il Consiglio adotta “direttive sulla colazione” rivedute per rafforzare le norme di commercializzazione e migliorare l’informazione dei consumatori

Oggi il Consiglio ha adottato formalmente norme aggiornate sulla composizione, sull’etichettatura e sulla denominazione di miele, succhi di frutta, confetture e latte disidratato.

Le “direttive sulla colazione” aggiornate mirano ad aiutare i consumatori a operare scelte più informate, a garantire maggiore trasparenza riguardo all’origine dei prodotti e a ridurre le frodi alimentari.

“L’adozione odierna delle norme rivedute di commercializzazione per alcuni prodotti alimentari per la prima colazione dimostra il nostro impegno a rafforzare la produzione europea e a combattere le frodi alimentari. Una maggiore trasparenza consentirà ai consumatori di compiere scelte più informate e più sane.”

David Clarinval, vice primo ministro e ministro belga dei Lavoratori autonomi, delle PMI e dell’agricoltura, delle riforme istituzionali e del rinnovamento democratic

Principali miglioramenti

Miele

Nel caso di miscele di miele, le nuove norme renderanno più chiara l’etichettatura dei paesi di origine al fine di accrescere la trasparenza e combattere le frodi relative al miele. L’etichettatura indicherà i paesi di origine in ordine decrescente, in base al peso, compresa la percentuale rappresentata da ciascun paese.

Gli Stati membri possono decidere che, per il miele immesso sul mercato dei rispettivi territori, sia consentito indicare solo la percentuale delle quattro quote maggiori, se insieme costituiscono oltre il 50% della miscela.

Succhi di frutta

In risposta alla crescente domanda di prodotti a tasso ridotto di zuccheri, sono introdotte tre categorie di succhi di frutta, ossia “succo di frutta a tasso ridotto di zuccheri”, “succo di frutta da concentrato a tasso ridotto di zuccheri” e “succo di frutta concentrato a tasso ridotto di zuccheri”.

Grazie alle nuove norme è ora possibile apporre sull’etichetta la dicitura “i succhi di frutta contengono solo zuccheri naturalmente presenti”. Ciò è inteso a migliorare l’informazione dei consumatori, che spesso non sono consapevoli della differenza tra succhi di frutta (che per definizione non possono contenere zuccheri aggiunti) e nettari di frutta.

Confetture

Il contenuto minimo di frutta sarà aumentato da 350 a 450 g per kg nelle confetture e da 450 a 500 g per kg nelle confetture extra. Si contribuirà così a ridurre la quantità di zucchero nelle confetture, favorendo un’alimentazione più sana e sostenendo il mercato della frutta.

Latte

Nel caso del latte disidratato, sarà consentito l’uso di trattamenti per la produzione di prodotti a base di latte disidratato senza lattosio.

Prossime tappe

Il regolamento sarà pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea ed entrerà in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione. Dopo due anni le nuove misure saranno applicabili in tutta l’Unione europea.

Informazioni generali

La Commissione (commissario per l’Agricoltura Janusz Wojciechowski) ha proposto di rivedere alcune “direttive sulla colazione” nell’aprile 2023, con l’obiettivo di aggiornare le norme di commercializzazione in vigore nell’UE e garantirne l’uso coerente in tutta l’Unione.

FONTE: COMUNICATO STAMPA DEL CONSIGLIO DELL’UE

Leave a comment