Skip links

Il PE adotta il bilancio UE 2024: focus su ricerca, gioventù, sfide esterne

 

  • Il bilancio dell’UE dell’anno prossimo, firmato dalla presidente del Parlamento europeo Metsola, è legge
  • Quasi 670 milioni di euro aggiunti per finanziare gli aiuti umanitari, Erasmus+ e le infrastrutture di trasporto
  • Il bilancio totale per il 2024 è pari a 189,4 miliardi di euro in impegni, i pagamenti sono fissati a 142,6 miliardi di euro

I deputati hanno ottenuto, per il bilancio dell’UE per il 2024, un sostegno maggiore e più efficace per affrontare le sfide globali, sostenere i giovani e la ricerca.

Mercoledì, i deputati hanno approvato in via definitiva il bilancio per il 2024 con 519 voti favorevoli, 79 contrari e 30 astensioni. Il Consiglio aveva già approvato l’accordo il 20 novembre.

In un accordo con gli Stati membri raggiunto sabato 11 novembre, il Parlamento ha ottenuto ulteriori 666,5 milioni di euro per le sue priorità, oltre a quanto inizialmente proposto dalla Commissione nel suo progetto di bilancio. I deputati hanno aumentato i finanziamenti per i programmi e le politiche che sono fondamentali per affrontare le conseguenze della guerra in Ucraina, le diverse sfide globali e sostenere i giovani, fra cui la categoria dei giovani agricoltori. Inoltre, i deputati hanno aumentato i finanziamenti per i programmi che contribuiscono alla ripresa post-pandemica, contrastano il fenomeno antisemitismo e intensificano gli sforzi verso la transizione giusta, in linea con le priorità del Parlamento

I finanziamenti aggiuntivi ottenuti dai deputati includono 250 milioni di euro per gli aiuti umanitari; 150 milioni per lo Strumento di vicinato, cooperazione allo sviluppo e cooperazione internazionale (il programma europeo globale); 85 milioni per Orizzonte Europa; 30 milioni per Meccanismo per collegare l’Europa, il fondo dedicato alle infrastrutture di trasporto; 60 milioni per Erasmus+; 20 milioni per il programma LIFE; 20 milioni per i giovani agricoltori; 10 milioni per il meccanismo di protezione civile dell’UE e infine 10 milioni per la mobilità militare.

I dettagli sono disponibili nella relazione “elementi per le conclusioni comuni”, in questo studio del Servizio Ricerca del PE e nel recente comunicato stampa a seguito dell’accordo tra Parlamento e Consiglio.

Revisione del bilancio a lungo termine dell’UE

Dopo aver aggiunto un accordo sul bilancio 2024, i deputati hanno anticipato che ci dovrebbe essere entro la fine dell’anno un accordo sulla revisione intermedia del bilancio a lungo termine dell’UE (QFP, quadro finanziario pluriennale) in seno al Consiglio. Ciò dovrebbe portare a sostanziali finanziamenti supplementari all’inizio del 2024, attraverso un bilancio rettificativo che dovrebbe essere proposto dalla Commissione.

L’accordo finale sul QFP dovrebbe avere l’obiettivo, secondo i deputati, di fornire sostegno a medio termine all’Ucraina, e rafforzare la flessibilità e la capacità di risposta alle crisi, l’autonomia strategica dell’UE, e la sua politica di e politica esterna.

Contesto

Data la necessità di gestire i lavori e le azioni intraprese nel corso di diversi anni, il bilancio dell’UE distingue tra stanziamenti d’impegno (il costo di tutti gli obblighi giuridici contratti nel corso dell’esercizio in corso, con possibili conseguenze negli esercizi successivi) e stanziamenti di pagamento (denaro effettivamente versato nel corso dell’esercizio in corso, eventualmente per l’esecuzione degli impegni assunti negli esercizi precedenti).

Circa il 94% del bilancio dell’UE è destinato a cittadini, regioni, città, agricoltori e imprese.

FONTE: COMUNICATO STAMPA DEL PARLAMENTO EUROPEO

Leave a comment