Skip links

La Commissione accoglie con favore l’adozione, da parte del Consiglio, del mandato dell’UE per i negoziati con la Svizzera

La Commissione accoglie con favore la decisione del Consiglio che autorizza l’Unione europea ad avviare negoziati con la Svizzera su un ampio pacchetto di misure bilaterali, con le corrispondenti direttive di negoziato.

La decisione fa seguito alla raccomandazione di mandato della Commissione, presentata il 20 dicembre 2023, basata sull’intesa comune UE-Svizzera raggiunta dopo 18 mesi di intensi colloqui esplorativi. L’8 marzo 2024 il Consiglio federale svizzero ha adottato il mandato di avviare negoziati con l’UE.

Un pacchetto ampio ed equilibrato

L’obiettivo dei negoziati è modernizzare e approfondire le relazioni bilaterali tra l’UE e la Svizzera, oltre a garantire condizioni di parità per la concorrenza tra le rispettive imprese che operano nel mercato interno e assicurare la tutela dei diritti dei cittadini dell’UE in Svizzera, in particolare la non discriminazione tra i cittadini dei diversi Stati membri.

Gli elementi principali del pacchetto sono:

  • disposizioni istituzionali da includere negli accordi vigenti e futuri con la Svizzera relativi al mercato interno, le quali prevedano l’allineamento dinamico al diritto dell’Unione, un’interpretazione e un’applicazione uniformi dello stesso e la risoluzione delle controversie;
  • un accordo relativo alla partecipazione della Svizzera ai programmi dell’Unione, compreso Orizzonte Europa;
  • un accordo relativo al regolare contributo finanziario permanente della Svizzera alla coesione sociale ed economica nell’UE come contropartita della sua partecipazione al mercato interno;
  • il rilancio dei negoziati per accordi in tema di energia elettrica, sicurezza degli alimenti e salute e di partecipazione della Svizzera alle agenzie dell’Unione europea per il programma spaziale e per le ferrovie.

Prossime tappe

Poiché entrambe le parti hanno ora ottenuto il mandato necessario per avviare i negoziati, il primo ciclo formale di negoziato avrà luogo a marzo. I negoziati sui diversi elementi del pacchetto saranno condotti in parallelo.

Contesto

L’UE e la Svizzera sono vicini immediati con forti legami transfrontalieri. L’UE è il primo partner commerciale della Svizzera, mentre la Svizzera è il quarto partner dell’UE in ordine di importanza. Circa un milione e mezzo di cittadini dell’UE vivono in Svizzera e circa 450 000 cittadini svizzeri vivono nell’UE. Alcune centinaia di migliaia di cittadini dell’UE attraversano quotidianamente la frontiera per lavorare.

Dal marzo 2022 l’UE e la Svizzera hanno partecipato a discussioni esplorative sul futuro delle loro relazioni bilaterali. Il 15 dicembre 2023 la Commissione e il Consiglio federale hanno pubblicato l’intesa comune che costituisce un resoconto scritto dell’esito dei colloqui esplorativi.

Il mandato dell’UE è stato concordato in linea con questa intesa comune, che trova riscontro nella raccomandazione di mandato presentata dalla Commissione il 20 dicembre 2023.

Questo mandato si basa sul mandato del 2014 per un accordo quadro istituzionale e sui mandati precedenti per accordi in materia di energia elettrica, salute, sicurezza degli alimenti e partecipazione della Svizzera alle agenzie dell’Unione europea per il programma spaziale e per le ferrovie.

Citazioni

“Il mandato, pienamente in linea con l’intesa comune UE-Svizzera, conferma l’interesse dell’UE a modernizzare il nostro partenariato con la Svizzera liberandone tutto il potenziale. La Commissione è pronta a premere sull’acceleratore per trasformare i prossimi negoziati in un momento storico di svolta per le nostre relazioni reciproche, a vantaggio di entrambe le parti, anche alla luce della nuova realtà geopolitica.”

Maroš Šefčovič, vicepresidente esecutivo per il Green Deal europeo, le relazioni interistituzionali e le prospettive strategiche

FONTE: COMUNICATO STAMPA DELLA COMMISSIONE EUROPEA

Leave a comment