Skip links

La Commissione lancia il sistema di destinazione terrestre in Finlandia per contribuire all’adattamento ai cambiamenti climatici

Oggi la Commissione ha attivato il sistema iniziale Destination Earth (DestinE) alla presenza della vicepresidente esecutiva Margrethe Vestager e del ministro finlandese del Lavoro Arto Satonen. Destine è un’iniziativa faro della Commissione volta a sviluppare un gemello digitale altamente accurato della Terra. La diffusione del sistema DestinE significa che i computer europei ad alte prestazioni (EuroHPC), compreso il supercomputer LUMI a Kajaani, in Finlandia, sono stati incaricati di simulare gli effetti dei cambiamenti climatici e degli eventi meteorologici estremi. Grazie a questa iniziativa, l’Europa sarà meglio preparata a rispondere alle gravi catastrofi naturali, ad adattarsi ai cambiamenti climatici e a valutare i potenziali impatti socioeconomici e politici di tali eventi.

Destine sta utilizzando capacità di modellizzazione senza precedenti grazie ai computer EuroHPC e alla capacità di intelligenza artificiale. L’iniziativa rappresenta inoltre una componente fondamentale della strategia europea per i dati, consolidando l’accesso a preziose fonti di dati in tutta Europa. Il destino è ora operativo e dovrebbe evolvere costantemente, ampliando le operazioni e sviluppando ulteriori componenti. Entro il 2030 DestinE dovrebbe completare una copia digitale completa della Terra.

Le principali caratteristiche del sistema iniziale comprendono:

  • Destina la piattaforma di servizi principali, che consente agli utenti di accedere ai suoi servizi, strumenti e applicazioni;
  • Due gemelli digitali DestinE — il gemello digitale sull’adattamento ai cambiamenti climatici e il gemello digitale estremo indotto dalle condizioni meteorologiche, che offrono dati ad alta risoluzione a sostegno dell’analisi e della sperimentazione di scenari;
  • Destina il lago di dati che fornisce un accesso senza soluzione di continuità ai dati DestinE Digital Twins e a un gran numero di altre fonti di dati, tra cui Copernicus, la componente dell’UE per l’osservazione della Terra del programma spaziale dell’UE.

Antecedenti 

Il destino è stato ufficialmente lanciato nel 2022 dalla Commissione europea, in collaborazione con il Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (ECMWF), l’Agenzia spaziale europea (ESA) e l’Organizzazione europea per l’esercizio dei satelliti meteorologici (EUMETSAT).

I finanziamenti attualmente concordati attraverso il programma Europa digitale ammontano a oltre 315 milioni di EUR. Il lancio segna la fine della prima fase e l’inizio della seconda fase, entrambi finanziati con oltre 150 milioni di EUR ciascuno. La terza fase e il relativo finanziamento sono subordinati all’accordo del programma definitivo Europa digitale 2025-2027, attualmente in fase di elaborazione. Ulteriori finanziamenti per la ricerca e lo sviluppo di ulteriori capacità digitali gemelle sono stati assegnati tramite Orizzonte Europa.

Citazioni

“Il lancio dell’iniziale Destination Earth (DestinE) rappresenta un vero e proprio fattore di svolta nella lotta contro i cambiamenti climatici. Destine ci fornirà un gemello della Terra molto accurato. Ciò significa che possiamo osservare le sfide ambientali che possono aiutarci a prevedere scenari futuri, come non abbiamo mai fatto in precedenza. Questa prima fase mostra quanto possiamo ottenere quando l’Europa riunisce la sua eccellenza scientifica e la sua enorme potenza di supercalcolo. Oggi il futuro è letteralmente a portata di mano.”

Margrethe Vestager, vicepresidente esecutiva per Un’Europa pronta per l’era digitale

FONTE: COMUNICATO STAMPA DELLA COMMISSIONE EUROPEA

Leave a comment