Skip links

La Moldova firma l’accordo di aggiudicazione congiunta dell’UE per approfondire la cooperazione sanitaria con l’UE

Oggi la Moldova è diventata il 38paese a firmare l’accordo di aggiudicazione congiunta nel settore della salute, durante una visita ufficiale a Chisinau da parte della commissaria per la Salute e la sicurezza alimentare Stella Kyriakides. La Moldova è ora il 6paese candidato all’adesione all’UE a diventare parte dell’accordo.

L’accordo di aggiudicazione congiunta è un meccanismo giuridico e operativo che consente ai paesi partecipanti di unire le forze di fronte a una grave minaccia per la salute e di acquistare congiuntamente forniture essenziali, come medicinali e attrezzature mediche. Ad esempio, durante la pandemia di COVID-19, ha consentito ai paesi partecipanti di acquistare dispositivi di protezione individuale, aghi e siringhe per la vaccinazione contro la COVID-19, ventilatori e medicinali a parità di condizioni.

La partecipazione all’accordo di aggiudicazione congiunta consente a un paese di beneficiare del potere d’acquisto combinato degli Stati membri dell’UE e dei paesi partecipanti, consentendo un migliore accesso e una maggiore sicurezza dell’approvvigionamento per le contromisure mediche in un’emergenza sanitaria attraverso la messa in comune delle esigenze e la creazione di economie di scala. L’accordo di aggiudicazione congiunta migliora inoltre la preparazione dei paesi partecipanti alle gravi malattie transfrontaliere, grazie all’esistenza di contratti per contromisure mediche essenziali prima che si verifichino focolai gravi.

Più di recente, la Commissione ha firmato un contratto quadro di aggiudicazione congiunta per la fornitura di fino a 665,000 dosi di vaccino contro l’influenza zoonotica (influenza aviaria) proveniente da Seqirus, con un’opzione per ulteriori 40 milioni di dosi. Il presente contratto, volto a prevenire l’influenza aviaria, garantisce che i paesi partecipanti abbiano accesso alle contromisure mediche, se necessario.

La Commissione, attraverso la sua Autorità per la preparazione e la risposta alle emergenze sanitarie (HERA), gestisce le procedure di appalto nell’ambito dell’accordo di aggiudicazione congiunta in stretta collaborazione con i paesi partecipanti. Questi paesi possono quindi acquistare i prodotti oggetto dell’appalto in funzione delle necessità, utilizzando i rispettivi bilanci nazionali.

Citazioni

“Negli ultimi cinque anni l’accordo di aggiudicazione congiunta è diventato uno strumento fondamentale che consente ai nostri cittadini di accedere a prodotti medici essenziali in tempi di crisi. In quanto tale, conferisce inoltre ai paesi partecipanti il potere di prepararsi e rispondere alle gravi minacce per la salute a carattere transfrontaliero. Grazie a questo meccanismo, l’UE, il SEE e i paesi candidati dimostrano di essere più forti quando lavoriamo insieme come Unione europea della salute, garantendo che la salute di quasi 480 milioni di cittadini sia protetta in caso di emergenza. Sono lieto che la Moldova abbia firmato questo accordo oggi e stia aderendo ai nostri ranghi. Siamo pronti a sostenere in qualsiasi modo la Moldova affinché possa attuarlo e trarne vantaggio.”
Stella Kyriakides, commissaria per la Salute e la sicurezza alimentare

FONTE: COMUNICATO STAMPA DELLA COMMISSIONE EUROPEA

Leave a comment