Skip links

L’UE e le Filippine annunciano la ripresa dei negoziati per un accordo di libero scambio

Oggi l’UE e le Filippine hanno ufficialmente annunciato la ripresa dei negoziati per un accordo di libero scambio (ALS) ambizioso, moderno, equilibrato e incentrato sulla sostenibilità. Accordi commerciali di questo tipo sono fondamentali per la sicurezza economica dell’UE, aprono nuove opportunità per le imprese e i consumatori, rafforzano le catene di approvvigionamento e promuovono pratiche commerciali sostenibili. Un ALS con le Filippine – un’economia in piena espansione che vede coinvolte 115 milioni di persone al centro di una regione, quella indo-pacifica, di grande importanza strategica – costituirebbe pertanto una preziosa integrazione della rete di accordi commerciali dell’UE.

L’UE mira a sottoscrivere con le Filippine un accordo di libero scambio globale che includa un ambizioso accesso al mercato per beni, servizi, investimenti e appalti pubblici; l’eliminazione degli ostacoli al commercio digitale e al commercio di energia e materie prime, a sostegno delle transizioni digitale e verde; procedure sanitarie e fitosanitarie rapide ed efficaci; sistemi alimentari sostenibili; la tutela dei diritti di proprietà intellettuale, comprese le indicazioni geografiche (IG) e discipline solide e vincolanti in materia di commercio e sviluppo sostenibile, in linea con la comunicazione della Commissione del giugno 2022 sul riesame delle misure sul commercio e lo sviluppo sostenibile, che sostenga livelli elevati di tutela dei diritti dei lavoratori e dell’ambiente e il conseguimento di obiettivi climatici ambiziosi.

L’UE e le Filippine vantano già solide relazioni commerciali e sussiste un chiaro potenziale per relazioni ancora più strette:

  • nel 2022 gli scambi di merci ammontavano a oltre 18,4 miliardi di €, mentre gli scambi di servizi ammontavano a oltre 4,7 miliardi di € nel 2021;
  • l’UE è il quarto partner commerciale delle Filippine in ordine di importanza;
  • le Filippine sono la quinta maggiore economia della regione dell’ASEAN e il settimo partner commerciale dell’UE nella regione (il 41° a livello mondiale); 
  • le Filippine sono tra le economie emergenti a più rapida crescita del mondo, e nel 2024 registreranno la seconda più alta crescita economica dell’ASEAN, con un incremento del PIL del 5,9 %.
  • l’UE è uno dei maggiori investitori nelle Filippine, con uno stock di investimenti esteri diretti dell’UE nelle Filippine che ha raggiunto i 13,7 miliardi di euro nel 2021.

Oltre a rappresentare un’importante economia in crescita, le Filippine dispongono anche di importanti riserve di materie prime critiche, tra cui nichel, rame e cromite, che sono essenziali per la produzione di tecnologie verdi. Considerando inoltre i rinnovati sforzi delle Filippine per lo sfruttamento del potenziale in termini di energie rinnovabili e la recente liberalizzazione del settore per gli investitori stranieri, il paese è un importante partner nella transizione verde.

Prossime fasi

L’UE e le Filippine si dedicheranno ora ai rispettivi preparativi tecnici per il primo ciclo di negoziati, previsto entro la fine dell’anno.

Contesto

L’UE e le Filippine hanno avviato i primi negoziati per un accordo di libero scambio nel 2015, sospendendoli poi dopo un ultimo ciclo negoziale nel 2017. Il 30 giugno 2022 si è insediata l’amministrazione attualmente in carica, la quale si è mostrata disposta a dialogare con l’UE su questioni fondamentali. Nel 2023 l’UE e le Filippine hanno avviato un esercizio di valutazione per sondare la disponibilità a riprendere i negoziati per un accordo di libero scambio; l’esercizio di valutazione si è concluso alla fine del 2023 confermando l’opportunità di una ripresa dei negoziati.

La strategia dell’UE per la regione indo-pacifica del 2021 rappresenta un’ulteriore conferma dell’interesse (ormai di lunga data) dell’UE a riprendere i negoziati ALS con le Filippine. L’UE ha già concluso accordi di libero scambio all’avanguardia con due paesi ASEAN (Singapore e Vietnam), sta negoziando un ALS con l’Indonesia, riprenderà presto i negoziati ALS con la Thailandia e conduce attualmente un esercizio esplorativo con la Malaysia.

Le Filippine beneficiano attualmente di preferenze commerciali nell’ambito del sistema di preferenze generalizzate Plus (SPG+) dell’UE, un regime speciale di incentivazione per lo sviluppo sostenibile e il buon governo che concede l’accesso in esenzione da dazi al mercato dell’UE per due terzi delle linee tariffarie. Tale accesso rafforzato è offerto alle Filippine a condizione che siano attuate varie convenzioni internazionali riguardanti questioni quali i diritti umani e del lavoro, il buon governo e la protezione dell’ambiente. L’UE continuerà a monitorare il rispetto, da parte delle Filippine, degli obblighi internazionali in questi settori e proseguirà il dialogo in corso per incoraggiare ulteriori miglioramenti.

Citazioni

“La ripresa dei negoziati commerciali tra l’UE e le Filippine ci porta un passo avanti verso un nuovo partenariato all’insegna della prosperità. Un accordo di libero scambio moderno, globale e basato sui valori con questa economia in rapida crescita aprirebbe nuove opportunità per entrambe le parti, rafforzerebbe le nostre catene di approvvigionamento e promuoverebbe il commercio sostenibile. Intensificherebbe inoltre il legame con un partner cruciale nella fiorente regione indo-pacifica.”

Valdis Dombrovskis, vicepresidente esecutivo responsabile per il Commercio

FONTE: COMUNICATO STAMPA DELLA COMMISSIONE EUROPEA

Leave a comment