Skip links

L’UE in prima linea nell’iniziativa mondiale alla COP28 al fine di triplicare la capacità di energia rinnovabile e a raddoppiare le misure di efficienza energetica entro il 2030

 

In occasione del vertice mondiale sull’azione per il clima tenutosi oggi a Dubai, la presidente Ursula von der Leyen ha lanciato l’impegno globale per le energie rinnovabili e l’efficienza energetica insieme alla presidenza della COP28 e 118 paesi.
Questa iniziativa, proposta per la prima volta dalla presidente della Commissione in aprile, in occasione del Forum delle maggiori economie, fissa obiettivi globali per triplicare la capacità installata di energia rinnovabile per portarla ad almeno 11 terawatt (TW) e raddoppiare il tasso di miglioramento dell’efficienza energetica globale, passando dal 2% circa a un valore annuale del 4% entro il 2030. Il conseguimento di tali obiettivi sosterrà la transizione verso un sistema energetico decarbonizzato e contribuirà a eliminare gradualmente i combustibili fossili non soggetti ad abbattimento del carbonio.

La Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha dichiarato: “Con questo impegno globale abbiamo costruito un’ampia e forte coalizione di paesi impegnati nella transizione verso l’energia pulita: grandi e piccoli, del nord e del sud, paesi che causano ingenti emissioni, paesi in via di sviluppo e piccoli Stati insulari. Siamo uniti dalla convinzione comune che, per rispettare l’obiettivo dei 1,5 ºC stabilito nell’accordo di Parigi, dobbiamo eliminare gradualmente i combustibili fossili. Lo facciamo accelerando la transizione verso l’energia pulita, triplicando le energie rinnovabili e raddoppiando l’efficienza energetica. Nei prossimi due anni investiremo 2,3 miliardi di € del bilancio unionale per sostenere la transizione energetica nel vicinato dell’UE e in tutto il mondo. L’impegno e il sostegno finanziario creeranno posti di lavoro verdi e contribuiranno a una crescita sostenibile attraverso un investimento nelle tecnologie del futuro e, naturalmente, ridurranno le emissioni, che è l’obiettivo principale del nostro lavoro alla COP28.”

L’impegno globale è stato elaborato in stretta collaborazione dalla Commissione europea e dalla presidenza della COP28, con il sostegno dell’Agenzia internazionale per l’energia (AIE) e dell’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (IRENA). Adottato nei primi giorni della COP28, tale impegno dovrebbe contribuire a dare un impulso al raggiungimento di un risultato dei negoziati il più ambizioso possibile alla fine della conferenza di quest’anno. L’UE chiede azioni concrete per eliminare gradualmente i combustibili fossili, in particolare il carbone, in tutti i sistemi energetici a livello mondiale e sosterrà un linguaggio che rispecchi quest’ambizione nella decisione finale della COP.

Contributo finanziario dell’UE all’impegno

Ai fini dell’attuazione dell’impegno globale, la presidente von der Leyen ha annunciato investimenti per 2,3 miliardi di € dal bilancio unionale nei prossimi due anni per sostenere la transizione energetica nel vicinato dell’UE e in tutto il mondo. L’UE si avvarrà del programma faro Global Gateway per continuare a sostenere la transizione verso l’energia pulita. La Commissione invita gli altri paesi donatori a seguirla nell’accelerare l’attuazione dell’impegno globale.

Prossime tappe

L’impegno globale per le energie rinnovabili e l’efficienza energetica sarà lo strumento fondamentale che consentirà alla comunità internazionale di misurare i progressi compiuti e mantenere la rotta verso il conseguimento degli obiettivi di Parigi relativi alla temperatura. Grazie all’assistenza dell’AIE e dell’IRENA, ogni anno sarà pubblicato, prima della COP, un riesame annuale degli sviluppi mondiali che contribuiscono a conseguire gli obiettivi globali di 11 TW e un tasso di miglioramento annuale dell’efficienza energetica pari al 4%. La Commissione collaborerà strettamente con le istituzioni finanziarie europee, quali la Banca europea per gli investimenti e la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo, al fine di rispettare gli impegni finanziari derivanti dall’impegno.

Contesto

L’iniziativa di fissare obiettivi globali per le energie rinnovabili e l’efficienza energetica è stata annunciata per la prima volta dalla presidente della Commissione Ursula von der Leyen il 20 aprile 2023, in occasione del Forum delle maggiori economie. Nell’ambito del Green Deal europeo, l’UE ha recentemente rafforzato i propri obiettivi interni di diffusione delle energie rinnovabili e miglioramento dell’efficienza energetica, assumendo un ruolo guida a livello mondiale nella transizione verso l’energia pulita. Entro il 2030 l’UE raggiungerà un minimo del 42,5% di energie rinnovabili nel suo mix energetico, puntando al 45%, e, sempre entro questo decennio, si è impegnata a migliorare l’efficienza energetica dell’11,7%. Nel giugno 2023 la presidente von der Leyen e il presidente della COP28 Sultan Al-Jaber si sono riuniti a Bruxelles e hanno deciso di collaborare a varie iniziative congiunte, tra cui l’impegno globale per le energie rinnovabili e l’efficienza energetica, per guidare una transizione energetica giusta a livello mondiale.

Citazioni

“Con questo impegno globale abbiamo costruito un’ampia e forte coalizione di paesi impegnati nella transizione verso l’energia pulita: grandi e piccoli, del nord e del sud, paesi che causano ingenti emissioni, paesi in via di sviluppo e piccoli Stati insulari. Siamo uniti dalla convinzione comune che, per rispettare l’obiettivo dei 1,5 ºC stabilito nell’accordo di Parigi, dobbiamo eliminare gradualmente i combustibili fossili. Lo facciamo accelerando la transizione verso l’energia pulita, triplicando le energie rinnovabili e raddoppiando l’efficienza energetica. L’impegno e il sostegno finanziario creeranno posti di lavoro verdi e contribuiranno a una crescita sostenibile attraverso un investimento nelle tecnologie del futuro e, naturalmente, ridurranno le emissioni, che è l’obiettivo principale del nostro lavoro alla COP28.”

Ursula von der Leyen, President of the European Commission – 02/12/2023

FONTE: COMUNICATO STAMPA DELLA COMMISSIONE EUROPEA

Leave a comment