Skip links

Nuove opportunità per gli esportatori dell’UE con l’entrata in vigore dell’accordo commerciale UE-Nuova Zelanda

Le imprese, i produttori e gli agricoltori dell’UE possono ora cogliere una serie di nuove opportunità di esportazione con l’entrata in vigore dell’accordo commerciale UE-Nuova Zelanda. Si prevede che l’accordo renderà possibile una riduzione dei dazi per le imprese dell’UE di 140 milioni di € all’anno.

Grazie a questa intesa gli scambi tra l’UE e la Nuova Zelanda dovrebbero aumentare del 30% entro un decennio, con un incremento annuo delle esportazioni dell’UE che potrebbe toccare i 4,5 miliardi di €. Gli investimenti dell’UE in Nuova Zelanda hanno un potenziale di crescita che può arrivare all’80%. Questo storico accordo comprende anche impegni senza precedenti in materia di sostenibilità che fanno riferimento, tra l’altro, all’accordo di Parigi sul clima e ai diritti fondamentali dei lavoratori.

Gli agricoltori dell’UE beneficeranno dell’abolizione dei dazi sulle principali esportazioni dell’UE, come carni suine, vini e vini spumanti, cioccolato, dolciumi e biscotti. L’accordo protegge inoltre l’elenco completo dei vini e delle bevande spiritose dell’UE (quasi 2 000 denominazioni), tra cui Prosecco e Champagne, e 163 dei prodotti tradizionali dell’UE più rinomati (indicazioni geografiche), come il formaggio Feta, il prosciutto Istarski pršut (“Prosciutto istriano”) e il Lübecker Marzipan.  Anche i prodotti agricoli sensibili dell’UE, come le carni bovine e ovine e i prodotti lattiero-caseari, sono tutelati con contingenti tariffari accuratamente concepiti.

Le imprese dell’UE possono ora beneficiare di vantaggi quali:

  • l’azzeramento dei dazi sulle esportazioni dell’UE verso la Nuova Zelanda;
  • una maggiore apertura del mercato neozelandese dei servizi in settori fondamentali quali i servizi finanziari, le telecomunicazioni, il trasporto marittimo e i servizi di consegna;
  • un trattamento non discriminatorio degli investitori dell’UE in Nuova Zelanda;
  • un migliore accesso delle imprese dell’UE agli appalti pubblici neozelandesi per beni, servizi, lavori e concessioni di lavori;
  • un capitolo dedicato al sostegno delle esportazioni delle piccole imprese;
  • una riduzione significativa dei requisiti e delle procedure di conformità.

Nella pagina Access2Markets della Commissione sono disponibili informazioni pratiche per aiutare gli esportatori dell’UE a cogliere queste nuove opportunità.

Contesto

I negoziati per un accordo commerciale con la Nuova Zelanda sono iniziati nel giugno 2018 e si sono conclusi il 30 giugno 2022, quando l’intesa è stata annunciata dalla presidente von der Leyen e dall’allora prima ministra neozelandese Ardern. L’accordo è stato firmato da entrambe le parti il 9 luglio 2023. Il Parlamento europeo l’ha approvato il 22 novembre 2023 e il Consiglio ha successivamente adottato una decisione relativa alla sua conclusione il 27 novembre 2023. La Nuova Zelanda ha completato la procedura di ratifica il 25 marzo 2024.

FONTE: COMUNICATO STAMPA DELLA COMMISSIONE EUROPEA

Leave a comment